È il primo paese sul versante bergamasco della Via Priula. La valle è angusta; l’abitato si è sviluppato su alcune balze meno ripide di altre. In origine si formarono due nuclei, oggi a monte della strada provinciale, dove risaltano scalinate e sottoportici, nonché affreschi e stemmi dipinti. La Parrocchiale è lontana dal paese: fu consacrata nel 1446, rinnovata nel 1754 e vi si celebra tuttora secondo il rito ambrosiano. Mezzoldo fu separata dalla Diocesi di Milano solo nel 1784. L’edificio raffigurato nel disegno qui a fianco è l’altro monumento di spicco di Mezzoldo. Ospitò, dopo il 1706, la Dogana Veneta: ogni commerciante in transito doveva versare un tributo per la manutenzione della strada di San Marco.