La si riconosce per la sua schietta impronta rustica lungo la via che porta alla chiesa parrocchiale. Rimane a vessillo delle più antiche costruzioni dell’abitato. Si dice che una notte vi abbia trovato riparo il Barbarossa. Durante le sue discese in Italia egli privilegiò spesso il passaggio per Chiavenna dove aveva amici e alleati. Oggi vi è allestito il Museo di Samolaco con oggetti e documenti fotografici della vita del passato. Orari: lunedì ore 9.00-12.00 giovedì ore 15.00-18.00