I ruderi di questo importante cenobio sorgono i suggestiva posizione su un ripiano boscoso della media costa del versante orobico valtellinese. Il complesso fu fondato nel 1078 da monaci cluniacensi. Vi restano, in bella evidenza, la torre campanaria e brani delle murature della chiesa con l’integra parte absidale. Una leggenda dice che i monaci vi furono allontanati dopo averli scoperti durante festini licenziosi.